Pubblicato il

E’ tutta questione di metodo…

metodo Martinotti Siro Merotto

Raramente vi diamo nozioni tecniche ma oggi siamo in vena di “salire in cattedra” giusto per poche righe.
Siamo qui per difendere il metodo Martinotti (detto anche metodo Charmat) ovvero la tecnica che usiamo per trasformare il vino in spumante attraverso la rifermentazione in autoclave.

Molto spesso viene confuso come un metodo industriale per spumantizzare in fretta e stare al passo con le richieste della grande distribuzione e avere vini “veloci da bere”, ma in una piccola realtà come la nostra non è così.

Originariamente il metodo Martinotti-Charmat era pensato per ottenere spumanti freschi e fruttati e dare longevità e varietà a questa tipologia di vini. Quindi ben lontano dall’omologazione hanno tentato di abituarci negli scorsi anni!


Il nostro vino riposa più a lungo dei 15-20 giorni necessari e ogni passaggio è controllato attentamente… però non possiamo svelarvi tutti i segreti del mestiere.
Vi possiamo però dire che la lavorazione lenta contraddistingue il nostro Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene DOCG dai prodotti di massa… certo può piacere o no ma di certo nella bottiglia si ritrovano profumi e aromi del vigneto: portiamo in tavola il territorio e non solo il vino.

Volete saperne di più su come lavoriamo? Venite a trovarci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *